Il saluto (e la versione) del tecnico esonerato “a sorpresa”

Questo è il post di Totò Brucculeri (nella foto), apparso nella serata di giovedì in una pagina di Facebook. L’ormai ex tecnico biancazzurro, il cui esonero è stato comunicato nella stessa giornata con una striminzita nota e senza alcuna motivazione,  dalla società di via Venezia, ha così dato la sua versione dei fatti, colmando la carenza di comunicazione ufficiale da parte dell’ufficio stampa del Gela.

«Dopo l’annuncio del mio “esonero”  ne ho letto e sentito di tutti i colori.

Al fine di non fomentare e alimentare speculazioni volevo chiarire il tutto.

In un momento in cui il futuro del Gela era a dir poco incerto ho concordato di comune accordo con la società l’esonero/rescissione prima dell’inizio del campionato precisando che questa formula mi permette di poter allenare in questa stagione in altre squadre,

faccio presente che il tutto è stato fatto e concordato in piena sintonia con la società in data 25 agosto 2016, di fatto quello che è stato ufficializzato in data odierna è stato concordato con la società giorni fa’ solo ed esclusivamente perché le attenzioni di tutti, mie comprese erano rivolte alla conclusione positiva della vicenda.

 

Da buon padre di famiglia ho fatto la scelta che in quel momento ho ritenuto più giusta.

A me resta il meraviglioso ricordo di un’avventura che resterà per sempre tatuata  nel mio cuore e che nessuno riuscirà a scalfire neanche un po’.

Mi vanterò di aver creato un legame profondo con la città,  di aver vinto 2 campionati in una piazza meravigliosa.

 

Un ringraziamento và al mio presidente Angelo Tuccio persona unica , al mio amico fraterno Giovanni Martello, agli amici di sempre Vincenzo Cannizzaro e Carmelo Catalano, a Umberto Cuvato, Marco Tuccio, Giacomo Cascino mio compagno di mille sfoghi, Orazio Fulco, a Flavio Centamore, ai vice presidenti dott. Lucio Antona e  Avv. Egidio Alma, al dott Massimo Parisi e a tutta la mia squadra per avermi supportato e sopportato.

Un ringraziamento và a tutti i giornalisti.

Ai tifosi dico  la misura di quanto vi amo...

Arrivederci !!!»

Brucculeri, Totò per gli amici, fraterno amico di questa città