Riesi, cannabis tra i mandorli, arrestati dai CC padre e figlio

I Carabinieri della Stazione di Riesi hanno tratto in arresto in flagranza di reato nel pomeriggio di sabato, Giuseppe Palma (nella foto a sinistra), 61 anni, pensionato ed il figlio Andrea Palma (nella foto a destra), 34 anni, agricoltore, entrambi riesini per coltivazione di cannabis indiana e, per il solo Andrea, porto abusivo di arma comune da sparo.


Nel corso di un servizio preventivo svolto nelle campagne del riesino, e segnatamente nella contrada “Cipolla”, i militari venivano attirati dalla presenza, di un particolare sistema d’irrigazione che serviva una piantagione di colore particolare all’interno dei mandorleti della proprietà dei Palma.

I militari operanti, dopo apposito servizio di osservazione, sorprendevano il proprietario dello stesso  intento a coltivare all’interno del fondo 13 piante di marijuana, già alte oltre 2 metri e con le infiorescenze ben visibili e pronte alla potatura, individuando poi anche il figlio che confermava di occuparsi della coltivazione insieme al padre.

Dopo aver esteso la perquisizione alla casa rurale lì presente i Carabinieri  della Stazione di Riesi hanno rinvenuto oltre 4 chili di sostanza stupefacente già essiccata e pronta allo spaccio, nonché un fucile, con due cartucce in canna pronte all’uso, di proprietà del Palma Andrea che veniva illegalmente portato in luogo diverso da quello di legale conservazione.
I soggetti tratti in arresto in flagranza sono stati posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria nissena, in attesa di giudizio.
(fonte: Comando Reparto territoriale Carabinieri di Gela)