Il presidente del Coni Iacono e il campione Melluzzo alla mostra sulla boxe al museo del cinema

Serata di sport, di ricordi e di emozioni, sabato 5 novembre al Museo del Cinema di Palazzo Pignatelli,

in occasione dell’inaugurazione della Mostra “Divi e pugni, il cinema racconta la boxe”, organizzata dall’Istituto culturale di Sicilia per la Cinematografia, con il patrocinio della Fpi, del Coni regionale e del Comune.

Ad inaugurare la esposizione fotografica con il tradizionale taglio del nastro, il presidente del Coni provinciale ing. Peppe Iacono. Ad illustrare poi la ricca galleria fotografica sui campioni di ieri e di oggi, è stato Gianni Virgadaula, curatore della mostra e delegato provinciale della Federboxe.

 

Altro illustre ospite della serata è stato Salvatore Melluzzo (nella foto), ex-campione del mondo militari da dilettante, e poi campione d’Europa dei pesi piuma fra i professionisti. Sia Iacono che Melluzzo hanno fatto delle riflessioni sull’importanza sociale dello sport, ed in particolare sulla boxe, che quest’anno ha compiuto in Italia i 100 anni di attività, visto che la Federazione Pugilistica Italiana venne costituita nel 1916, in pieno periodo bellico. Ma si è parlato anche del felice connubio sempre esistito fra cinema e pugilato, con gli innumerevoli film di successo che hanno raccontato storie di campioni del ring. Davvero tante le pellicole sulla boxe, con registi importanti come Charlie Chaplin (Luci della città), Buster Keaton (Buttling Butler), Alfred Hitchockh (Vinci per me), Robert Wise (Lassù qualcuno mi ama), Martin Scorsese (Toro scatenato), Ron Howard (Cinderella Man), Sylvester Stallone (Rocky), Clint Esastwood (Million Dollar Baby), senza dimenticare i nostri Luchino Visconti (Rocco e i suoi fratelli), Dino Risi (La Noble Art) e Franco  Zeffirelli (The Champ), che hanno attinto a piene mani da uno sport che non finisce mai di affascinare.

 

A chiusura dell’evento di Palazzo Pignatelli, che ha visto in Totò Sauna un brillante conduttore ed intrattenitore, sono state consegnatetarghe ricordo agli ospiti. La chicca finale è stata un’estemporanea lezione di pugilato di Salvatore Melluzzo data ad un giovanissimo allievo, Cristoforo Domicoli, che è anche il piccolo “Gelone” nel docu-film in lavorazione di Gianni Virgadaula. La Mostra “Divi e pugni” sarà visitabile sino al 22 dicembre, nei giorni e negli orari di apertura del Museo.