Calcio serie D/Il Gela vuole ingranare la... quarta

Fortuna, calendario agevole o reale ambizione ai primi posti della classifica? Questo Gela al terzo posto (nella fotoBonaffini e Montalbano) è comunque la sorpresa del campionato, Igea Virtus a parte.

Ne è passata di strada da quel giorno di inizio settembre e il Gela di Infantino, tecnico spesso criticato per modulo, stile di gioco, panchine di Nassi e, chi più ne ha, più ne metta, è lì sul podio. E’ chiaro che i discorsi e le classifiche si vedono a maggio, ma la prima parte di stagione non può che essere soddisfacente. Alle spalle del Gela squadroni come Leonzio, Turris, Gladiator o Frattese, che hanno speso molto di più rispetto alla società della famiglia Tuccio. Ma programmazione e abitudine a certe categorie non le possono comprare i soldi. Le prossime tre trasferte (Cavese, Turris e Leonzio) diranno di che pasta è fatto questo Gela. A partire proprio la sfida a Cava de Tirreni, contro la formazione locale ritenuta, dagli addetti ai lavori, come la principale favorita alla promozione in Lega Pro. Cavese che precede il Gela di quattro punti e tallona la capolista Igea di uno.

 

Sarà una gara tra due squadre equilibrate, che segnano parecchio e non subiscono molto. Infantino dovrà rinunciare a Kosovan, squalificato per somma di ammonizioni. Per il resto, tutti a disposizione, fatta eccezione per il lungodegente Alma, il cui rientro potrebbe slittare addirittura al 2017. A prendere il posto di Kosovan sarà quasi certamente Nassi, con Montalbano spostato sulla corsia di sinistra. Confermatissimo Bonanno, reduce da due gol consecutivi. 

 

«Noi stiamo bene – ha dichiarato Infantino – e guardiamo solo a casa nostra. Se giochiamo come sappiamo, con la giusta convinzione, possiamo fare molto bene. Non ci interessa nulla dell’avversario. Sassolini? Assolutamente nessuno. Io credo nel mio lavoro e nei miei ragazzi e rispetto tutti, anche chi ci criticava un mese fa. In Italia c’è la libertà di pensiero, ma anche quella di non essere d’accordo».

 

Cavese-Gela si giocherà domenica alle 14.30. Sarà il diciannovesimo confronto tra le due squadre: 5 vittorie Gela, 3 vittorie Cavese e 10 pareggi. 

La sfida, a campo invertito, undici anni fa, regalò al Gela la prima promozione in serie C1 dopo la doppia finale playoff. Sono altri tempi, stesso obiettivo: la Lega Pro!