S’inaugura alla Solito la biblioteca intitolata al compianto Maestro Orazio Goldini

Nella crescita di ogni persona grande importanza hanno gli insegnanti, soprattutto ne ha la figura del maestro della scuola primaria.

Perché il maestro è una guida, svolge un compito delicato, rappresenta un modello di riferimento per l’alunno, se riesce ad instaurare  con lui un rapporto significativo. E deve essere stato così per il maestro Orazio Goldini (nella foto), padre della collega Maria Concetta, docente di latino e greco al liceo Classico Eschilo e giornalista, responsabile delle pagine di Gela nel quotidiano La Sicilia, se chi 50 anni fa e oltre è stato scolaro della scuola elementare Enrico Solito non ha dimenticato questa figura carismatica.

Al maestro Goldini scomparso un anno e mezzo fa e che per tutta la sua carriera scolastica ha insegnato in quella scuola, oggi diretta da Clizia Nobile, venerdì 16 dicembre nel corso di una cerimonia, è stata intitolata la nuova biblioteca, grazie all’iniziativa dei suoi ex alunni. E in particolare quelli che lo sono stati negli anni dal 1964 al 1969, oggi sessantenni e tutti professionisti affermati, che per ricordarlo in maniera adeguata e ringraziarlo per i suoi insegnamenti hanno regalato ognuno alla scuola un libro. A questa iniziativa  hanno aderito anche gli studenti di oggi e quindi la mole di libri messi a disposizione della scuola è stata notevole.  Da qui l’idea della preside di creare una biblioteca.

 

 Alla cerimonia hanno partecipato ex alunni provenienti non solo da Gela ma anche da tante altre città italiane, che non hanno voluto mancare per dimostrare l’affetto  che ancora li lega al maestro Goldini. Chi non ha potuto presenziare per motivi di lavoro o altro, ha seguito la manifestazione grazie al collegamento via Skype. 

Questi i nomi degli ex alunni presenti, tra cui Cristoforo Cocchiara che ha parlato in loro nome: Francesco Arena, Andrea Buccini, Filippo Bilardo, Giuseppe Brigadeci, Salvatore Bonvissuto, Salvatore Cacioppo, Luigi Cafà, Emanuele Calabrese, Salvatore Cammilleri, Roberto Candurra, Giuseppe Cascino, Carlo Cartia Carmelo Cassarino, Giuseppe Catania, Gaetano Cauchi, Rocco Condello, Gaetano Condorelli, Giuseppe Condorelli, Roberto fanciulli, Rosario Ferracane, Rosario Giudice, Vincenzo Giudice, Gianfranco Guastella, Francesco Ialazzo, Domenico lumia, Rosario Maganuco, Giuseppe Maranci, Tommaso Nicoletti, Giovanni Sbezzi, Gioacchino Scollo, Mario Vullo. Sono intervenuti il sindaco, l’assessore all’istruzione, oltre ai dirigenti scolastici Nobile e Giardino e la figlia del maestro Goldini Maria Concetta che ha parlato in nome della famiglia.