Voce radiofonica, faccia televisiva, La doppia vita di Peppe D’Onchia

Una vita al mixer di una radio, la seconda vita davanti agli schermi di una tv. Ora si divide tra tv e radio. Peppe D’Onchia (nella foto) è fatto così, come i cavi audio-video, tra manopole, microfoni e telecamere.

Vent’anni fa a selezionar canzoni a Radio Gela Express, poi a Telegela (ora Canale 10) ad occuparsi di cose più serie: rotocalchi sportivi e tg, con particolare predilezione per la cronaca, meglio se quella nera e giudiziaria, passioni che gli hanno fatto guadagnare premi e riconoscimenti anche in campo nazionale. 

E’ il direttore del tg di Canale 10 più longevo, incarico che ha avuto di volta in volta rinnovato dall’editore Antonio Cavaterra. In tv attraversa un periodo in cui non se la passa molto bene l’amico Peppe, visto che praticamente da solo manda avanti la baracca, specie dopo che la sua più stretta collaboratrice Fabiola Polara deve dividere la sua giornata tra insegnamento e televisione. Ma D’Onchia è abituato a sgobbare ed a fare il suo lavoro con impegno, sacrifici e dedizione.

«Mancavo dalla radio dal 2000. Un paio di mesi fa – ci conferma D’Onchia – ho fatto ritorno alla casa madre, grazie alla fiducia dell’amico Gaetano Casciana, con il quale abbiamo stretto e rinnovato un vecchio accordo davanti ad un caffè».

 

Peppe D’Onchia a Radio Gela Express conduce un programma musicale, tutti i giorni da lunedì a venerdì, dalle 15,30 alle 18,00. Praticamente subito dopo aver confezionato e mandato in onda il tg a Canale 10, di corsa passa alla radio, dove ha ripreso a selezionare e mixare brani. Il suo programma, che va in replica mezzora dopo la mezzanotte e fino alle 3 del mattino, si chiama Viva Voce. Musica (soprattutto evergreen), qualche richiesta,  ma anche e soprattutto informazione. «Sostanzialmente – puntualizza D’Onchia – tra un disco ed un altro faccio dei collegamenti telefonici con chi quel giorno si è reso protagonista di un evento giornalistico interessante. Insomma, cerco di approfondire fin da subito una notizia».

 

Ci eravamo occupati di Peppe D’Onchia nel 1992 (vedi vecchio ritaglio del Corriere), ai tempi del suo impegno a Radio Gela Express. Lo rifacciamo 24 anni dopo non solo perchè Peppe è un amico, ma perché è bravo, professionale e benvoluto dai colleghi e soprattutto seguito dal suo pubblico ormai fidelizzato, che lo segue in tv e in radio.

 


Commenti   

0 #61 Renee franchescaengle@gmail.com 2017-01-17 01:24
If you do decide to use a private loan to repay the steadiness,
you should not mechanically close the bank card account as
soon as the balance is zero.
Citazione

0 #62 Nicole merlinkirwin@googlemail.com 2017-01-17 01:46
Bad credit score risks (300 to 629) are unlikely
to qualify for an unsecured private loan at
favorable rates on their very own.
Citazione

0 #63 gappaymaro.com damianmacomber@gmail.com 2017-01-17 04:04
There are peer-to-peer lenders, resembling Prosper and Lending Club , which offer both
competitive charges and generous mortgage quantities for prime customers.
Citazione

0 #64 Kimberly lanora.daves@web.de 2017-01-17 11:13
In accordance with Consumer Credit (Early Settlement) Regulations 2004,
you can repay your loan early.
Citazione

Aggiungi commento