Capodanno amaro per giovane arrestato dalla Polizia per furto in appartamento

Nell’ambito di mirati servizi predisposti, con particolare attenzione in questo periodo di festa al contrasto del reato di furto in abitazione, a seguito dell’elevata mobilità di tanti cittadini che trascorrono le serate all’aperto nelle piazze, in altre abitazioni o locali di intrattenimento, nella tarda serata del l'ultimo dell'anno, personale della Squadra Volante, ha tratto in arresto Patrizio Giuseppe Di Maggio, gelese, classe 1992, per furto con scasso in abitazione in concorso, commesso ai danni di un'abitazione sita al 2° piano e ha proceduto al sequestro di attrezzatura atta allo scasso (palanchino, mazzetta e cacciavite) in suo possesso. 

 

Il Di Maggio unitamente ad un altro malvivente, al momento non ancora identificato, veniva sorpreso dai proprietari dell'appartamento nel mentre si dava a precipitosa fuga all’esterno scendendo dal 2° piano attraverso un tubo di grondaia. Lo sconosciuto malvivente subito dopo essere sceso, riusciva a fuggire in strada dileguandosi, il Di Maggio invece cadendo a terra nel tentativo di fare perdere le sue tracce rimaneva dolorante e veniva prontamente bloccato dal personale di Volante inviato tempestivamente sul posto.

 

Successivamente veniva soccorso e accompagnato con l’intervento del personale del 118, presso il locale nosocomio ove gli veniva diagnosticata una frattura scafoide al braccio sinistro, giudicata guaribile n i30 giorni.

L’equipaggio della Volante constatava che i due malviventi avevano divelto le porte di ingresso e forzato alcune porte interne dell’abitazione, rovistando in tutte le stanze e asportando alcuni monili preziosi. L'arrestato su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica di turno, Dott.ssa Eugenia Belmonte, veniva accompagnato presso la propria abitazione in regime di custodia cautelare.

Sono in corso attivissime indagini per l’individuazione del complice.-
(fonte: Commissariato di Polizia di Gela)