Gela, direttivo provinciale Ugl chimici

Dopo le tappe di Catania e Siracusa, stamane, si è svolto a Gela, presso la sede territoriale del sindacato, il direttivo provinciale dell’Ugl Chimici. Presenti il segretario nazionale dell’Ugl Chimici, Luigi Ulgiati, il segretario nazionale dell’Ugl Chimici-Energia, Michele Polizzi, il segretario provinciale dell’Ugl Chimici di Gela, Andrea Alario ed il segretario di Gela, Franco Tilaro.

Questi i punti trattati: la contrattazione nazionale e di secondo livello; le proposte di nuovi modelli di relazioni industriali e gli sviluppi della Quarta rivoluzione industriale "Industria 4.0"; la situazione dell’area di Gela.

«Negli incontri – ha spiegato Ulgiati – stiamo affrontando temi importanti per il territorio, come la crisi dell’area di Priolo Gargallo, per la quale è indispensabile l’impegno delle istituzioni a sostegno degli investimenti e del mantenimento del polo industriale e l’accordo di programma per l’area di Gela, del quale discuteremo anche al ministero dello Sviluppo economico il prossimo 4 maggio. Salvaguardare l’industria chimica e petrolchimica della Sicilia – ha concluso – significa salvaguardare il futuro economico di interi territori».

«Abbiamo discusso – ha affermato Andrea Alario – dell’accordo di programma, sul quale è previsto un incontro al ministero dello Sviluppo economico e degli sviluppi derivanti dalla designazione del territorio come area di crisi industriale complessa. Siamo convinti che solo valorizzando la vocazione industriale del nostro territorio – ha aggiunto – sarà possibile agganciare la ripresa, perché senza industria non ci può essere sviluppo».

Prossimo incontro domani a Palermo.