Jenny D’Antoni, come la sorella Corinne, con il volley nel sangue

Carattere da vendere, sorriso contagioso, talento donato da Madre Natura, giovanissima.

A soli 15 anni  che compirà la prossima settimana – Jennifer D'Antoni (nella foto) ha tutte le caratteristiche per giocare in categorie importanti. L'opposto mancino del Volley Gela è stata sempre titolare, caricandosi di un peso forse eccessivo per una ragazza della sua età. E il più delle volte Jenny è stata la fortuna di coach Tandurella. E mentre tutte le compagne sono pronte ad andare in vacanza lei continua a sudare per il prestigioso Trofeo delle Regioni. Studia Scienze applicate al Liceo “Elio Vittorini”.

 

− Di solito come impieghi il tempo libero?

«Sport e sport e sempre sport. Ogni tanto faccio un salto in piscina. Pratico nuoto dall'età di 5 anni e nonostante il mio impegno nella pallavolo non riesco ad abbandonarlo. E' la mia seconda passione».

 

– Su di te gli occhi di altre società?

«E' motivo d'orgoglio sia per me che per la mia famiglia. Questo vuol dire che il lavoro fatto in palestra sta dando i suoi frutti».

− Un salto di qualità il tuo, anche secondo il tuo allenatore.

 

«Mi aspettavo un notevole miglioramento, ma non così tanto».

− In squadra c'è anche tua sorella Corinne. Tra voi c’è sfida o collaborazione?

«Decisamente sfida. Ci sfidiamo su tutto: chi attacca meglio, chi difende meglio, chi va meglio a muro».

– Opposto o schiacciatrice?

 

«Inizialmente avrei detto opposto, che è il mio ruolo naturale. Nell'ultimo periodo sono un po' fuori forma in attacco per cui sto anche provando il ruolo di schiacciatrice». 

– Probabile convocazione al Trofeo delle Regioni. Sarebbe la seconda volta consecutiva, cosa mai riuscita a nessuna altra.

«Sarebbe una grande gioia. A Gela ci sono tante ragazze brave ed essere l'unica convocata è fantastico. Mi aspetto di giocare più dello scorso anno. Poi se arriva una società importante vedremo».

 

E i corteggiatori di certo non le mancano. In tanti vogliono accaparrarsi uno dei talenti più limpidi che la pallavolo siciliana può offrire al momento.