A Bernardo Panzeca il premio della Cultura

Si completa il quadro dei risonoscimenti assegnati ogni anno dall’Associazione Salvatore Zuppardo nell’ambito del Premio La Gorgone d’Oro di Gela”.

Quest’anno, il premio alla Cultura è stato assegnato al poeta Bernardo Panzeca (nella foto). La commissione presieduta da Andrea Cassisi, presidente del Centro di Cultura e Spiritualità Cristiana "Salvatore Zuppardo" che organizza e promuove il premio, ha deciso all'unanimità di assegnarle il premio al poeta palermitano, 39 anni. Panzeca ha studiato letteratura a Milano e Odontoiatria a Palermo. Dopo aver ottenuto il diploma in sceneggiatura cinematografica presso la scuola di Egidio Termine è diventato coordinatore regionale Sicilia dell’Associazione di volontariato "Francesco Perez", realtà legata alla più nota Opera Don Calabria.

 

Finalista al Subway Letteratura nel 2010 con il racconto "Il viaggio dall’alto", ha ottenuto anche

la pubblicazione sul Secolo XIX del tweet da favola in 140 caratteri, concorso nazionale legato al Premio Andersen sulla creazione di una fiaba in 140 caratteri. Ha ottenuto riconoscimenti al Mario Luzi, al Premio Andersen con la favola “La tuta blu”e al Premio internazionale di letteratura Città di Como con l’aforisma “Per essere felici basta poco. Un cellulare spento e delle nuvole che pascolano”. Frase inserita nelle Perle d’autore dello stesso Premio. 

 

Nel 2015 ha pubblicato Dietro le nuvole – Raccolta di aforismi, frasi e brevi racconti. Dopo il successo del suo primo libro, nel 2016 pubblica una nuova raccolta di aforismi intitolata "Quel fiore di mamma – 100 modi per dire madre".

Nel 2016 un famoso sito web inserisce una sua frase tra quelle più belle di sempre da inviare alla mamma, accanto a quelle di autori storici e di fama mondiale. Pensieriparole.it, sito web tra i più

importanti nel panorama nazionale letterario ha pubblicato più di 200 aforismi.

 

«Questo premio – si legge in uno stralcio della motivazione – vuole accreditare un modo della comunicazione semplice di verità profonde e perennemente rilevanti per l’esperienza comune degli uomini. La sua produzione rende il lettore capace di una propria consequenziale personale riflessione. In particolare la giuria riconosce nella sua proposta letteraria una rilevante dimensione spirituale».

Panzeca, con gli altri premiati, sarà a Gela, sabato 17 giugno per la cerimonia di premiazione che si terrà alle ore 18.30 al Cine Teatro Antidoto di Macchitella.