Tre chili di droga e un’arma clandestina: pastore arrestato dai Carabinieri

I Carabinieri del nucleo operativo e Radiomobile di Gela hanno arrestato in flagranza di reato Giuseppe Trubia (nella foto), 20 anni, pastore gelese già noto alle forze dell'ordine per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di arma clandestina e numerose munizioni non denunciate all'autorità.

I militari dell’Arma durante un servizio di controllo del territorio svolto in C.da Fiaccavento, notavano il giovane aggirarsi con fare sospetto intorno al proprio ovile. I Carabinieri procedevano ad immediata perquisizione locale, ed all’interno dell’ovile rinvenivano, tre confezioni di sostanza stupefacente, del tipo hashish purissima, del peso complessivo di 3 kg. (tutta suddivisa in panetti da 100gr.), una bilancia di precisione, un fucile da caccia con matricola abrasa, 31 cartucce di fucile e 45 di pistola 357 magnum. Tutto ciò che è stato rinvenuto ed è stato posto in sequestro e verrà successivamente analizzato. Il Trubia è stato trasferito in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, per il successivo giudizio.

L’attività svolta mostra il costante e tenace controllo del territorio svolto dall’Arma dei Carabinieri, che quotidianamente tenta di prevenire e reprimere eventi delittuosi concernenti stupefacenti e delitti commessi con armi.

(fonte: comando Reparto territoriale Carabinieri di Gela)