Niscemi, no agli esplosivi di Enimed
Categoria: Politica

Niscemi, no agli esplosivi di Enimed

Mentre Gela tace, aspettando le "elemosine" promesse (che neppure arrivano) come risarcimento per la chiusura unilaterale della raffineria che ha lasciato il territorio in braghe di tela, nella vicina Niscemi monta la ribellione alla decisione del colosso petrolchimico di avviare la ricerca di idrocarburi nel sottosuolo mediante la detonazione di esplosivi a circa 30 metri di profondità e col metodo “vibroseis e la massa battente».

Leggi tutto...
Share