Atto d'indirizzo del Consiglio alla giunta per risolvere il blocco del trasporto per i disabili

«I consiglieri comunali, in riferimento al servizio trasporto dei disabili, già interrotto da mesi, chiedono all’Amministrazione comunale di rendere più vantaggioso il bando di gara atteso che le ditte del settore hanno rinunciato a svolgere il servizio perché ritenuto antieconomico, garantendo l’impiego di tutti i lavoratori che hanno prestato servizio presso la ditta uscente».


Questo il contenuto dell’atto d’indirizzo approvato nella seduta monotematica di giovedì sera dal consiglio comunale con 21 voti favorevoli e 2 contrari (Farruggia e Giudice del M5S).  Il documento in questione è stato frutto di una proposta del capogruppo consiliare del Pd Peppe Ventura.  I lavoratori si sono fatti trovare in aula consiliare con la speranza che qualcosa di positivo potesse venire fuori. Invece gli stessi consiglieri hanno dovuto manifestare tutta la loro impotenza senza  vie di uscita. Momenti di tensione e di invettive si sono registrati contro l’amministrazione.


«Vergognatevi – hanno urlato – vi siete presi gioco della nostra vita». Parole pesanti dettati dalla rabbia e dalla solitudine per essere stati abbandonati. Messinese si è difeso sostenendo di aver fatto tutto quanto era in suo potere. Purtroppo è risaputo che l’appalto non è assolutamente appetibile. Il che spiega la mancanza di interesse da parte delle imprese  del settore a formulare  un’offerta. Giustificata la preoccupazione degli addetti al servizio, che dopo lo scioglimento della seduta,  assieme ad alcuni consiglieri,  hanno occupato simbolicamente l’aula consiliare annunciando che avrebbero protestato ad oltranza.